mercoledì 19 febbraio 2020
 
Small width layoutMedium width layoutMaximum width layout Small textMedium textMaximum text
HomeRicerca progetti: Stili di vita: fumo Scuole libere dal fumo

Stili di vita: fumo

DISTRETTI
Carpi
Mirandola
Modena
Sassuolo
Pavullo
Vignola
Castelfranco E.
LIVELLO SCOLASTICO
Secondaria II grado
DESTINATARI
ATA
Docenti
Genitori
Studenti
Scuole libere dal fumo
Programma di prevenzione dell’abitudine al fumo nella scuola secondaria di secondo grado

È un progetto della Regione Emilia-Romagna e afferisce ai programmi di prevenzione del Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie; si è dimostrato efficace nel ritardare la iniziazione al fumo, ridurre il numero complessivo dei fumatori, aiutare i fumatori a ridurre il numero di sigarette fumate.

La realizzazione di questo progetto ha durata triennale.

Rivolto a:

docenti, personale ATA, studenti e genitori delle Scuole Secondarie di secondo grado della provincia.

Obiettivi

  • proteggere i non fumatori dall’esposizione al fumo passivo;
  • prevenire l’iniziazione al fumo nei giovani;
  • favorire la disassuefazione dal fumo.

Metodo e programma

  • somministrazione di questionari per rilevare l'attegiamento preliminare verso il tabagismo  della comunità scolastica nel suo insieme (ragazzi classi prime, terze. Quinte; clollegio docenti; personale ATA). Il questionario verrà somministrato nuovamente dopo i tre anni di progetto per valutarne l'esito.
  • Inserimento del Progetto nel Piano dell’Offerta Formativa.
  • Coinvolgimento diretto di almeno un Docente delle classi in cui si attua l'intervento
  • Costituzione di un gruppo di lavoro interno all’Istituto Scolastico con il compito di programmare e coordinare l’attività che verrà svolta; ne fanno parte operatori dell’Azienda USL e rappresentanti di tutte le istanze interne alla scuola (dirigente scolastico, docenti, personale ATA, studenti e genitori).
  • Costituzione di un gruppo di  peer educators: ragazzi selezionati nelle classi terze che, dopo un percorso formativo, diventano protagonisti attivi della progrettazione e dell’attuazione delle iniziative rivolte ai loro pari.
    Per approfondire:
    - la peer education per promuovere la salute;
    - lo schema Scuole libere dal fumo (vedi allegato a fondo pagina)
    - iniziativa presso l’Istituto levi di Vignola il 31 maggio 2011
  • monitoraggio del rispetto del divieto di fumo in ambito scolastico
  • Formazione del Peer educators Per intervento di sensibilizzazione nelle classi prime l'esito dell'attività è discusso in un incontro di formazione per gli insegnanti
  • Formazione per gli Insegnanti: per intervento nelle classi prime secondo le proprie materie curriculari. Vedi anche sul sito di Paesaggi di prevenzione.
  • Sensibilizzazione dei  genitori delle classi coinvolte: L'esperto del Servizio Dipendenze Patologiche, in accordo con il tavolo di lavoro, programma la strategia di coinvolgimento più adeguata.
 
Integrazioni possibili

Gruppi di disassuefazione al fumo per ragazzi
Gruppo per modificare il proprio rapporto con il fumo: L'esperto del Servizio Dipendenze Patologiche, in accordo con il tavolo di lavoro, contatta il centro antifumo e programma la possibilità di coinvolgere i ragazzi fumatori in un percorso di cambiamento delle loro abitudini. Metodo “Free Your Mind”.

Circuito delle “Palestre etiche

Concorso
Partecipazione al concorso “Scommetti che smetti?


Sussidi didattici
Registrandosi al sito di Paesaggi di prevenzione si ha accesso a percorsi didattici e supporti multimediali.

Visite didattiche
Visita al centro regionale di didattica multimediale per la pro- mozione della salute “Luoghi di prevenzione” a Reggio Emilia. Per prenotare una visita scrivere una e-mail all’indirizzo:
segreteria@luoghidiprevenzione.it, all’attenzione di Francesca Zironi, specificando nome della scuola, classe, insegnante di riferimento, operatore sanitario di riferimento, percorso didattico di interesse, attività svolte in classe a completamento del percorso, periodo in cui si vorrebbe effettuare la visita. Per maggiori informazioni tel. 0522 320655.

Referenti e conduttori

Referente: Maria Corvese - Psicologa Settore Dipendenze Patologiche

Conduttori del Settore Dipendenze Patologiche dell’Azienda USL di Modena, in collaborazione con i Centri Antifumo

Distretto di Carpi
Maria Corvese - Psicologa
Nicoletta Trullo - Medico

Distretto di Mirandola
Pierangelo Bertoletti - Psicologo
Nicoletta Trullo - Medico

Distretto di Modena
Claudio Ferretti - Medico
Monia Pinelli - Psicologa
Antonella Rustichelli - Infermiera

Distretto di Sassuolo
Giorgia Pifferi - Psicologa

Distretto di Pavullo
Roberto Paola - Psicologo

Distretto di Vignola
Renata Baldaccini - Assistente Sanitaria
Samanta Gandolfi - Infermiera
Devis Ghidoni - Educatore professionale

Distretto di Castelfranco Emilia
Riccardo Giampaolo - Educatore Professionale
Elisabetta Neri - Psicologa



ALLEGATI:
Schema Scuole libere dal fumo.pdf Open/Download
Progetto Prioritario

Copertina
 < Progetto precedente            Progetto Successivo >